Connect with us

Le 6 cose più terribili che il Joker ha mai fatto ad Harley Quinn

Cinema

Le 6 cose più terribili che il Joker ha mai fatto ad Harley Quinn

Navigando su Internet è facile farsi l’impressione sbagliata circa il rapporto tra il Joker e Harley Quinn. Con tutte le fan art, magliette, link e altro merchandising, si finisce per pensare che essi siano una delle coppie più romantiche dell’universo DC.

No. Mille volte no. Il punto della loro relazione che le persone sembrano dimenticare (grazie anche a Suicide Squad) è che essa è tossica e violenta. Il Joker è un mostro sadico e crudele che tiene Harley intorno come sacco da boxe per quando i suoi piani contro Batman vanno in frantumi.

È una relazione veramente orribile, definita da tutte le cose terribili che il cattivo dei fumetti ha fatto alla sua donna nel corso degli anni. Da abusi psicologici a violenze fisiche, ne abbiamo raccolte alcune. Eccole.

01. Non si è accorto che lei è stata via per un anno

In una scena straziante, Harley confessa ad una Black Canary incinta di aver avuto una figlia. Per fortuna, anche Harley sapeva che tipo di padre sarebbe stato il Joker e così, non appena scoperto di essere in dolce attesa, lei lo ha lasciato per un anno per dare alla luce la bambina in segreto. Una volta tornata, il Joker non si era nemmeno accorto della sua mancanza. È molto lontana dall’essere la cosa peggiore di questa lista, ma è il tipo di cosa che definisce la relazione tra i due. Il Joker ha occhi solo per una persona e questa è Batman.

02. L’ha gettata nelle sostanze chimiche

Quando la psicologa Harleen si innamorò perdutamente del Joker, egli decise di aver bisogno di qualcosa che dimostrasse il suo impegno totale verso di lui e la trasformò nella Harley Quinn che tutti conosciamo gettandola nella stessa vasca di sostanze chimiche in cui lui stesso era caduto. Quei prodotti hanno avuto lo stesso effetto che ebbero su di lui, sbiancandole la pelle e cambiando il colore dei suoi capelli.

03. L’ha spinta giù da una finestra

Quando Harley decise di fare una sorpresa al Joker sistemando uno dei suoi piani fallimentari per eliminare Batman e mettendolo in atto, egli non la prese così bene. Aveva paura che qualcuno potesse superarlo nel ruolo di principe del crimine, così intraprese con lei una lotta finendo per gettarla giù da una finestra. Fortunatamente si salvò grazie ad un mucchio di spazzatura nel viale sottostante, ma ne uscì gravemente ferita.

04. L’ha torturata perché troppo indipendente

Dopo che il Joker sembrò esser morto, Harley trovò la sua dimensione entrando nella Suicide Squad ed avvicinandosi a Deadshot. Tutto ciò le diede l’indipendenza per iniziare finalmente ad allontanarsi dalla sua vecchia vita. Purtroppo se c’è una costante nell’universo DC è che il Joker sopravvive sempre così, poco felice per come Harley aveva iniziato a pensare a sé stessa, decise che era ora di “rinfrescarle un po’ la memoria”. Dopo aver minacciato di uccidere i suoi compagni di squadra, la convinse ad andare con lui, sottoponendola ad un brutale regime di torture e percosse. Infine la trascinò in cantina e la incatenò al muro in una stanza piena di cadaveri vestite come lei. Le sue “altre Harley”.

05. Ha pianificato di ucciderla davanti a Batman

Il Joker, nel tentativo di cancellare le tracce della sua vecchia vita e trasformarsi nel Dio del crimine, fece in modo che Harley attirasse Batman ad Arkham per un’apparente resa dei conti finale. Quando egli la mise in guardia, lei non gli credette, ma ben presto si ritrovò con un rasoio puntato alla gola nel tentativo di ucciderla davanti al suo acerrimo nemico. Per fortuna la ragazza riuscì a fuggire e addirittura gli sparò in una spalla.

06. Ha cercato di tagliarle via la faccia

Dopo aver incontrato il Dollmaker ad Arkham, il Joker si fece strappare via la faccia e venne creduto morto per un po’. Al suo ritorno, tentò di convincere Harley di aver bisogno di un nuovo aspetto e la cosa più triste fu che lei cedette alle richieste del suo amato, spaventata dal fatto che egli avrebbe potuto non trovarla più attraente con la sua vecchia faccia. Grazie a Dio il piano non si concretizzò, ma questo diede una prova enorme della sottomissione psicologica alla quale la ragazza era esposta.

Continue Reading
Advertisement
You may also like...

In tre parole: sognatore, nerd, cazzaro. Creatore del sito Telefilm Addicted, blogger, cosplayer e amante del web, trascorre il tempo libero a lavorare su mille progetti, molti dei quali gli permetteranno di mollare il lavoro e vivere di passioni (solo nei suoi sogni).

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in Cinema

To Top